• “Green Book” di Peter Farrelly

    di Gianni Quilici
    Alla fine del film in una sala (grande) e quasi piena scatta un applauso convinto, fatto che non accade quasi mai. La ragione è semplice: Green Book aveva accumulato quella selva di emozioni, che si sono liberate, superando l’inibizione dell’applauso, sempre timoroso a mostrarsi laddove le regole non lo prevedono.
    E si può capire [...]

    LEGGI TUTTO
  • “La terra dell’abbondanza” di Fabio e Damiano D’Innocenzo

    di Mimmo Mastrangelo

    Una Gomorra nel brox romano, ma potrebbe essere
    ambientata in una qualsiasi periferia del mondo. Un film
    duro che disturba e non pacifica. Scorre lungo quella sottile
    linea di demarcazione tra il bene e il male e risucchia lo
    spettatore negli inferi di un transito giovanile, destinato a
    non trovare la via di uscita.

    E’ “La terra dell’abbastanza” [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Cold War” di Paweł Pawlikowski

    di Silvia Chessa

    Paweł Pawlikowski dirige una fiaba elegante e struggente, dove la bellezza, la sintonia, la malinconica e passionale personalità dei due protagonisti, Zula e Viktor, magnetizza dal primo all’ultimo fotogramma; peraltro, ogni scena è una fotografia in bianco e nero, e tutte queste scene-foto, già da sole, parlano, raccontano, esprimono quel misto [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Santiago, Italia” di Nanni Moretti

    di Gianni Quilici

    Ho pensato durante la prima parte del film. “Non si può alzare le spallucce facendo i critici critici, e sottilizzando ….”- Perché Nanni Moretti, rappresentando l’esperienza cilena del governo di Allende, ci colpisce alle radici delle emozioni per  tre aspetti concatenati tra loro:

    1) la simbiosi tra Io individuale e  Io [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Il toro del pallonetto” di Luigi Barletta

    di   Mimmo Mastrangelo

    La boxe  ha avuto interpreti brucianti di passioni e deliri,  altalenanti tra  gloria e  declino. Una  disciplina antica come l’uomo (peccato che da tempo sia in declino) che, spesso,  ci ha regalato storie  in cui i cazzotti e le esistenze “si sono schiantati in egual misura”.
    Come è accaduto al napoletano Giuseppe [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Van Gogh. Sulla soglia dell’eternità” di Julian Schnabel

    nota di Gianni Quilici

    Schnabel è riuscito a rendere credibile un’artista conplesso come Van Gogh, obiettivo del film e impresa difficilissima.
    Primo e soprattutto: per la straordinaria affinità fisiognomica e psichica  che Willen Dafoe è riuscito a creare , esprimendo del pittore olandese il candore e la violenza, la stupefazione e la creazione, lo stordimento [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Da morire” di Gus Van Sant

    di Gianni Quilici

    In questo film di un regista, Gus Van Sant, che ha saputo rappresentare l’adolescenza come pochi altri, vorrei sottolineare velocemente alcuni aspetti.

    Primo: la strepitosa interpretazione di Nicole Kidman che riesce a scolpire la crudeltà nella seduzione  con una maschera di diabolica ipocrisia visivamente erotica e sessualmente ammaliante come poche volte –credo- [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Ricordando il grande regista greco Dimos Theos” di Mimmo Mastrangelo

    Da lungo tempo malato, se n’è andato ad 83  anni e in un silenzio quasi totale Dimos Theos,   regista che diede vita, insieme a Theo Angelopoulos e Costa Gravas,  alla stagione di quel  “nuovo cinema greco” dallo sguardo fortemente  impegnato e politicizzato.
    Alla  stregua del grandissimo  Jean Vigo, Dimos Theos  ha girato nella sua vita [...]

    LEGGI TUTTO


FILM IN CONCORSO A VENEZIA

THE MOUNTAIN di RICK ALVERSON con Tye Sheridan, Jeff Goldblum, Hannah Gross, Denis Lavant, Udo Kier / USA /106’

IL PRIMO UOMO-FIRST MAN – di DAMIEN CHEZELLE con Ryan Gosling, Jason Clarke/USA/ 138′

DOUBLES VIES di OLIVIER ASSAYAS con Guillaume Canet, Juliette Binoche, Vincent Macaigne, Nora Hamzawi, Christa Théret, Pascal Greggory / Francia / 100’

THE SISTERS BROTHERS di JACQUES AUDIARD con Joaquin Phoenix, John C. Reilly, Jake Gyllenhaal, Riz Ahmed / Francia, Belgio, Romania, Spagna / 120’

THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di ETHAN COEN, JOEL COEN con Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson, Tom Waits, Bill Heck, Zoe Kazan, Tyne Daly, Brendan Gleeson / USA / 132’

VOX LUX di BRADY CORBET con Natalie Portman, Jude Law, Raffey Cassidy, Stacy Martin, Jennifer Ehle / USA / 110’

ROMA di ALFONSO CUARÓN con Yalitza Aparicio, Marina de Tavira, Marco Graf, Daniela Demesa, Carlos Peralta, Nancy García / Messico / 135’

22 JULY di PAUL GREENGRASS con Anders Danielsen Lie, Jonas Strand Gravli, Jon Øigarden, Isak Bakli Aglen, Seda Witt, Maria Bock, Thorbjø Harr / Norvegia, Islanda / 133’

SUSPIRIA di LUCA GUADAGNINO con Dakota Johnson, Tilda Swinton, Mia Goth, Chloë Grace Moretz / Italia / 152’

WERK OHNE AUTOR (OPERA SENZA AUTORE) di FLORIAN HENCKEL VON DONNERSMARCK con Tom Schilling, Paula Beer, Sebastian Koch, Saskia Rosendahl, Oliver Masucci / Germania / 188’

THE NIGHTINGALE di JENNIFER KENT con Aisling Franciosi, Sam Claflin, Baykali Ganambarr, Damon Herriman, Harry Greenwood, Ewen Leslie, Michael Sheasby, Charlie Shotwell / Australia / 136’

THE FAVOURITE di YORGOS LANTHIMOS con Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz, Nicholas Hoult, Joe Alwyn / UK, Irlanda, USA / 120’

PETERLOO di MIKE LEIGH con Rory Kinnear, Maxine Peake, Pearce Quigley, David Moorst, Rachel Finnegan, Tom Meredith / UK, USA / 154’

CAPRI-REVOLUTION di MARIO MARTONE con Marianna Fontana, Reinout Scholten van Aschat, Antonio Folletto, Gianluca Di Gennaro, Eduardo Scarpetta, Jenna Thiam, Ludovico Girardello, Lola Klamroth, Maximilian Dirr, Donatella Finocchiaro / Italia, Francia / 122’

WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD’S ON FIRE? di ROBERTO MINERVINI con Judy Hill, Dorothy Hill, Michael Nelson, Ronaldo King, Titus Turner, Ashley King, Kevin Goodman, The New Black Panthers Party for Self Defense / Italia, USA, Francia / 123’

NAPSZÁLLTA (SUNSET) di LÁSZLÓ NEMES con Juli Jakab, Vlad Ivanov / Ungheria, Francia / 142’

FRÈRES ENNEMIS di DAVID OELHOFFEN con Matthias Schoenaerts, Reda Kateb, Adel Bencherif, Sofiane Zermani, Nicolas Giraud, Marc Barbe, Sabrina Ouazani, Gwendolyn Gourvenec / Francia, Belgio / 111’

NUESTRO TIEMPO di CARLOS REYGADAS con Carlos Reygadas, Natalia López, Eleazar Reygadas, Rut Reygadas, Phil Burgers / Messico, Francia, Germania, Danimarca, Svezia / 173’

AT ETERNITY’S GATE di JULIAN SCHNABEL con Willem Dafoe, Rupert Friend, Oscar Isaac, Mads Mikkelsen, Mathieu Amalric, Emmanuelle Seigner, Niels Arestrup / USA, Francia / 110’

ACUSADA di GONZALO TOBAL con Leonardo Sbaraglia, Mariana Espósito, Inés Estevez, Daniel Fanego, Gerardo Romano / Argentina, Messico / 108’

ZAN (KILLING) di SHINYA TSUKAMOTO con Sousuke Ikematsu, Yu Aoi, Tatsuya Nakamura, Shinya Tsukamoto, Ryusei Maeda / Giappone / 80’