• “Ugo Pirro: a dieci anni dalla morte” di Mimmo Mastrangelo
    “Ugo Pirro: a dieci anni dalla morte” di Mimmo Mastrangelo

    Nel 1998 Ugo Pirro pubblicò per Einaudi “Soltanto un nome nei titoli di testa” che è una delle sue  autobiografie romanzate “.   Il titolo del volume è significativo, per dire in fondo che nel cinema lo sceneggiatore “è tenuto poco o niente in conto “,  passa per  un manovale, una figura tenuta ai margini  rispetto [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Loveless” di Andrey Zvyagintsev
    “Loveless” di Andrey Zvyagintsev

    di Gianni Quilici
    E’ un film con una storia  (un inizio, uno sviluppo, una fine) che rappresenta in filigrana una metafora della Russia di oggi; ed il finale lo dice implicitamente.

    Un film esistenziale ed insieme civile e politico, anche se forse non ha la stessa forza universale de Il ritorno e di Leviathan.

    E’ comunque, [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Final Portrait – L’arte di essere amici” di Stanley Tucci
    “Final Portrait – L’arte di essere amici”  di Stanley Tucci

    di Maddalena Ferrari
    Ombroso, scorbutico, perennemente scontento del suo lavoro; capelli grigi ricci scompigliati, a incorniciare un viso corrucciato con gli occhi penetranti e il profilo angoloso, la silhouette un po’ ingobbita, sottolineata dagli abiti cascanti: se questo è il ritratto di Giacometti, Jeoffrey Rush è proprio lui.
    Ma se non è sufficiente un bel personaggio, interpretato [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Corpo e anima” di Ildikó Enyedi
    “Corpo e anima” di Ildikó Enyedi

    di Gianni Quilici
    Corpo e anima, vincitore dell’Orso d’oro alla Berlinale, è un film coraggioso, che sembra cedere, qua e là, a possibili linee di fuga, ma che, invece, rimane ancorato al suo centro, con rilanci indovinati, che sorprendono e anche “prendono”.

    Il centro è una storia d’amore originale in un luogo, il mattatoio, in cui [...]

    LEGGI TUTTO
  • “L’insulto” di Ziad Doueiri
    “L’insulto” di Ziad Doueiri

    di Laura Menesini
    Un banale litigio, una parola di troppo e si innesca una polemica che sfocerà in tribunale in un primo processo e in un secondo appello. Quello che dobbiamo chiederci è quanto possiamo ferire con le parole, forse più che con le mani? Non dovremmo mai lasciare andar la lingua a ruota libera! [...]

    LEGGI TUTTO
  • “70 anni: Grandi Autori” del Circolo del Cinema di Lucca
    “70 anni: Grandi Autori” del Circolo del Cinema di Lucca

    SAN MICHELETTO, ore 21.30

    Quanti saranno i film o i cineasti che hanno vissuto sugli schermi del Circolo del Cinema in questi 70 anni? Sceglierne sei di film  era  come dire “troppa grazia”.Uno di noi allora ha scritto: “Facciamo i grandi autori” come se di grandi registi ce ne fossero soltanto sei. Abbiamo discusso, proposto, [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Appennino” di Emiliano Dante
    “Appennino” di Emiliano Dante

    di Gianni Quilici

    Un diario come flusso di immagini, di narrazioni, di interpretazioni, ho pensato, che via via che scorrevano ho cercato di scomporle in riflessioni, che nel film naturalmente si intrecciano.  E così scrivo.

    E’ un diario per la voce (giusta), fuori campo, tra l’oggettivo e il soggettivo dello stesso regista, Emiliano Dante, che [...]

    LEGGI TUTTO
  • “L’arte viva di Julian Schnabel” di Pappi Corsicato
    “L’arte viva di Julian Schnabel” di Pappi Corsicato

    di Mimmo Mastrangelo

    Appare del tutto scontato attestare che Julian Schnabel  sia, da almeno un trentennio, una star mondiale dell’arte contemporanea. Ben altra cosa è fare un film convincente su di lui e sulla sua arte fisica ed incisivamente materica.
    Nell’impresa ci è riuscito,  con il docu-film “L’arte viva di Julian Schnabel” (2017), il regista [...]

    LEGGI TUTTO


Mostra-Internazionale-del-Nuovo-Cinema-di-Pesaro-1-1

53esima Mostra Internazionale

del Nuovo Cinema di Pesaro

«Questo festival di Pesaro (dal 17 al 24 giugno 2017) è sorto con il lodevole proposito di studiare, sviluppare e potenziare un cinema nuovo. Per raggiungere questa meta bisogna giustamente valorizzare l’esperimento, la ricerca di stile e di linguaggio ma non ci si deve limitare a questo e si deve mirare a rinnovare anche i contenuti: non può soddisfare mutare la forma se i temi restano usuali, vecchi».

Parole di Roberto Rossellini, attualissime ancora oggi e che la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro diretta da Pedro Armocida continua a perseguire tenacemente anche per la sua 53° edizione che, al via stasera, si svolgerà proprio partendo da un Omaggio a Rossellini, a 40 anni dalla scomparsa, composto dalla proiezione di sei film che ne riassumono il percorso artistico, pillole sul regista e una prestigiosa tavola rotonda.

A decretare il vincitore sarà una giuria di studenti affiancata da João Botelho, Mario Brenta e Valentina Carnelutti.

Ma la ricerca del “Nuovo Cinema” in tutte le sue multiformi possibilità si sviluppa anche attraverso proposte eterogenee che racchiudono un mondo senza centri di gravità e in perenne mutamento, a partire dal Concorso Pesaro Nuovo Cinema, con otto opere (prime o seconde) provenienti da tutto il mondo, spesso lontane dai classici stilemi tipicamente “da festival”.

.