• “Il giovane Karl Marx” di Raoul Peck
    “Il giovane Karl Marx”  di Raoul Peck

    di Gianni Quilici
    Vedo “Il giovane Karl Marx” e mi lascio andare. Cerco di prendere il piacere nella ricerca di una possibile identificazione.  Karl Marx potrebbe essere, infatti, uno dei tanti miei possibili “dover essere”. E devo dire che all’inizio,  proprio all’inizio, mi infastidiscono,  ma poi mi attraggono la spavalderia, il sarcasmo, la nettezza, l’audacia dei [...]

    LEGGI TUTTO
  • Anime in viaggio” a cura del Circolo del Cinema di Lucca
    Anime in viaggio” a cura del Circolo del Cinema di Lucca

    Cinema Centrale, ore 21.30

    Terminiamo questa stagione cinematografica con film tutti, ma proprio tutti, da non perdere. Sono corpi e anime in viaggio, che si cercano e si scoprono, che si rivelano e ci mostrano psicologie complesse e rapporti tortuosi, delitti e corruzioni, paesi rurali e metropoli.

    Iniziamo con un film nomade, Visage village, [...]

    LEGGI TUTTO
  • Lucca Film Festival “Driver” di Yehonatan Indursky
    Lucca Film Festival “Driver” di Yehonatan Indursky

    di Laura Menesini

    Nel quartiere ultraortodosso di  Bnei Brak  vive questo padre Ruzumi con la figlia di nove anni, da solo, dopo che la madre della bambina se n’è andata .

    Il suo è uno strano lavoro, porta dei falsi mendicanti alle case dei ricchi perché raccontino storie strappalacrime e si facciano dare un’offerta [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Wong Kar-Wai: un regista seduttivo” di Gianni Quilici
    “Wong Kar-Wai: un regista seduttivo” di Gianni Quilici

    Wong Kar-Wai è un regista seduttivo. E’ questa l’impressione dominante che ho avuto vedendone la trilogia (In the Mood for Love, 2046, La mano), film pure diversi, ma con una profonda unitarietà stilistica e tematica.

    La seduzione di Wong Kar-Wai filtra attraverso il cinema, naturalmente. Ed è esercitata, più o meno, consapevolmente. Wong Kar-Wai non [...]

    LEGGI TUTTO
  • Lucca Film Festival “Lucky” John Carrol Lynch
    Lucca Film Festival “Lucky” John Carrol Lynch

    di Laura Menesini

    Lucky è un ateo novantenne decisamente ben messo come salute fisica e mentale. È indipendente, vive solo e compie i suoi riti quotidiani con maniaca precisione. Non è mai stato sposato, non ha parenti anche perché è sopravvissuto a tutti, ma ha i vicini e gli amici, nonostante il suo [...]

    LEGGI TUTTO
  • Lucca Film Festival “The Marriage” di Blerta Zeqiri
    Lucca Film Festival “The Marriage”  di Blerta Zeqiri

    di Laura Menesini

    Nel piccolissimo stato del Kosovo, due fidanzati aspettano ancora i resti dei genitori di lei, qualche osso, un braccio, qualcosa da seppellire con un nome.

    La guerra è lontana e presente al tempo stesso e la Serbia un vicino ingombrante. Tutto però si dimentica e si va avanti, la voglia di divertirsi [...]

    LEGGI TUTTO
  • “Van Gogh tra il grano e il cielo” di Giovanni Piscaglia
    “Van Gogh tra il grano e il cielo” di Giovanni Piscaglia

    di Silvia Chessa
    Il docu-film “Van Gogh tra il grano e il cielo”, per la regia di Giovanni Piscaglia, nelle sale il 9-10-11 Aprile, presenta, attraverso 300 tra dipinti e disegni della collezione privata lasciata da Helene Kröller-Müller, un ritratto straordinario e toccante del grande pittore olandese di cui è narrata la parabola artistica, secondo il [...]

    LEGGI TUTTO
  • Faithfull” di Sandrine Bonnaire e “My Generation” di David Batty
    Faithfull” di Sandrine Bonnaire e “My Generation” di David Batty

    di Gianni Quilici

    Vedo uno dietro l’altro due film, che hanno un filo comune: gli anni ’60 a Londra: “My Generation” e “Faithfull”.

    Il primo di David Batty mi appare superficiale, perfino fastidioso. Michael Caine,  per certi versi attore carismatico, come conduttore e narratore di questi anni di grandi mutamenti culturali e sociali (dalla [...]

    LEGGI TUTTO


Mostra-Internazionale-del-Nuovo-Cinema-di-Pesaro-1-1

53esima Mostra Internazionale

del Nuovo Cinema di Pesaro

«Questo festival di Pesaro (dal 17 al 24 giugno 2017) è sorto con il lodevole proposito di studiare, sviluppare e potenziare un cinema nuovo. Per raggiungere questa meta bisogna giustamente valorizzare l’esperimento, la ricerca di stile e di linguaggio ma non ci si deve limitare a questo e si deve mirare a rinnovare anche i contenuti: non può soddisfare mutare la forma se i temi restano usuali, vecchi».

Parole di Roberto Rossellini, attualissime ancora oggi e che la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro diretta da Pedro Armocida continua a perseguire tenacemente anche per la sua 53° edizione che, al via stasera, si svolgerà proprio partendo da un Omaggio a Rossellini, a 40 anni dalla scomparsa, composto dalla proiezione di sei film che ne riassumono il percorso artistico, pillole sul regista e una prestigiosa tavola rotonda.

A decretare il vincitore sarà una giuria di studenti affiancata da João Botelho, Mario Brenta e Valentina Carnelutti.

Ma la ricerca del “Nuovo Cinema” in tutte le sue multiformi possibilità si sviluppa anche attraverso proposte eterogenee che racchiudono un mondo senza centri di gravità e in perenne mutamento, a partire dal Concorso Pesaro Nuovo Cinema, con otto opere (prime o seconde) provenienti da tutto il mondo, spesso lontane dai classici stilemi tipicamente “da festival”.

.