• “L’avamposto” di Edoardo Morabito

    UN DOCU-FILM DI EDOARDO MORABITO SU CHRIS CLARK, UN “ECOGUERRIERO”  A DIFESA DELLA FORESTA AMAZZONICA CHE SOGNAVA DI  PORTARE  IN CONCERTO IL SUO AMICO DAVID GILMOUR E I  PINK FLOYD SUL CRETO DEL FIUME DEL VILLAGGIO DI XIXUAU’                            di     Mimmo Mastrangelo Chris si spense nel luglio del 2020 in una clinica  dell’odiata Edimburgo dove era […]

    LEGGI TUTTO
  • “Il maestro giardiniere” di Paul Schraeder

      di Gianni Quilici Anche se diverso per stile e altro, ho pensato, vedendo “Il maestro giardiniere” di Paul Schrader, a Greenaway. Esattamente al suo primo grande successo di critica e di pubblico “I misteri del giardino di Compton House”. Per  due ragioni. 1. Il giardino non è soltanto un paesaggio scenografico e neppure uno […]

    LEGGI TUTTO
  • “Povere creature” di Yorgos Lanthimos

    di Gianni Quilici Ne parlano bene ( o molto bene) anche critici cinematografici che stimo molto.A me non è piaciuto. Anzi mi ha infastidito, tanto che progressivamente mi ha allontanato, ho perso concentrazione, desiderio di visione.Va da sé che è un film ricchissimo visivamente, che deforma, dilata la scenografia, i volti, i paesaggi, i colori, […]

    LEGGI TUTTO
  • “Breve storia del cinema militante” di Goffredo Fofi

    IL CINEMA  MILITANTE PUO’ RITORNARE A RISPLENDERE SE SI RIPORTA IN GIRO  DALLE SCUOLE AI QUARTIERI . . .                               di Mimmo Mastrangelo Una pecca  della critica (e della saggista) cinematografica di casa nostra è che da  lungo tempo non riesce ad elaborare un pensiero filmico, a farsi  sprone per un cinema che, principalmente, punti […]

    LEGGI TUTTO
  • “Perfect Days” di Wim Wenders

    di Gianni Quilici Hirayama pulisce i bagni pubblici di Tokio. Lo fa con rigorosa meticolosità, si potrebbe dire con passione. La sua giornata è ripetitiva: si sveglia, si lava, si cura i baffi con estrema precisione, innaffia le piante,  apre la porta di casa e saluta con un sorriso la luce del giorno, sale sul […]

    LEGGI TUTTO
  • “Pablo Picasso, un ribelle a Parigi, storia di una vita e di un museo” di Simona Risi

    UN RACCONTO SULL’ARTE E IL PRIVATO DEL PITTORE SPAGNOLO IN CUI FA DA GUIDA L’ATTRICE IRANIANA MINA KAVANI CHE METTE IN PARALLELO LA SUA VITA DI ESULE CON QUELLA DI PICASSO AL TEMPO DELLA DITTATURA DI FRANCO. di Mimmo Mastrangelo Mina Kavani è un’attrice iraniana che ha un volto e uno sguardo che bucano lo […]

    LEGGI TUTTO
  • ” C’è ancora domani” di Paola Cortellesi

    di Gianni Quilici Il film di Paola Cortellesi è sincero e colpisce. Alla fine della proiezione in una grande sala cinematografica, quasi piena, è scattato un applauso istintivo e convinto. Un applauso di liberazione dopo l’ansia accumulata. Anche perché, almeno per me, il finale è stato sorprendente. E questa sorpresa è emozionante, perché riguarda non […]

    LEGGI TUTTO
  • “Quel che resta” di Luca Pagliari

    “QUEL CHE RESTA” IL DOCU-FILM DI LUCA PAGLIARI SUL SINDACO-PESCATORE ANGELO VASSALLO. PRESENTATO IN ANTEPRIMA NAZIONALE IL 20 OTTOBBRE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI di Mimmo Mastrangelo         Quel che resta…Già, quel che resta di Angelo Vassallo, il sindaco-pescatore di Pollica-Acciaroli che la sera del 5 settembre del 2010, mentre rientrava a casa, fu crivellato da […]

    LEGGI TUTTO

 

Catherine Spaak: irrequieta, versatile, elegante.

Un’attrice simbolo

Catherine Spaak è stata il volto di una generazione nelle pellicole di Lattualda, Pietrangeli, Salce e Risi.

Donna irrequieta, volitiva, affascinante, elegante, empatica,  che dopo gli esordi da “Lolita” ha saputo gestire il suo appeal al passare del tempo,  spaziando dal cinema alle canzoni alla TV