• “Vecchio” di Dino Lopardo

    ULTIMO LAVORO CON DINO LOPARDO CON UN MAGNIFICO LEO GULLOTTA. di Mimmo Mastrangelo         In attesa della visita dei parenti, un anziano signore (Leo Gullotta) sta dietro ad una finestra con gli occhi rivolti verso il basso del cortile della Rsa in cui vive da quando è morta la moglie.       Uno stacco veloce della […]

    LEGGI TUTTO
  • “Il signore delle formiche” di Gianni Amelio

    di Mimmo Mastrangelo         Il filosofo, poeta, scrittore e molto altro Aldo Braibanti (1922-2014) teneva nella sua abitazione di Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza, un formicaio che curava in modo maniacale e lo studiava anche per capire la società degli uomini.        Da questa conoscenza di Braibanti sulla famiglia degli insetti imenotteri che Gianni […]

    LEGGI TUTTO
  • “Teorema” di Pier Paolo Pasolini

    AL FESTIVAL DI VENEZIA   LA COPIA RESTAURATA DI “TEOREMA”. DI PASOLINI AL FESTIVAL DI VENEZIA, UN FILM CHE FECE MOLTO DISCUTERE di Mimmo Mastrangelo        “Dio fece quindi piegare il popolo per la via del deserto” (Esodo 13, 18), “Mi hai sedotto Dio , e io mi sono lasciato sedurre, mi hai violentato e hai […]

    LEGGI TUTTO
  • QUANDO UN REGISTA FINISCE IN GALERA E’ UNA FACCENDA CHE RIGUARDA TUTTI di Mimmo Mastrangelo

                  Al prossimo Festival di Venezia l’iraniano Jafar Panahi non potrà essere presente alla proiezione di “No bears”, il suo ultimo film girato in clandestinità.        Da sempre dissidente verso i tiranni governanti del suo Paese, il regista la settimana scorsa è stato condannato a sei anni di carcere in seguito ad una sentenza […]

    LEGGI TUTTO
  • “Gli amori di Anaïs” di Charline Bourgeois-Tacquet

    nota di Gianni Quilici           E’ un film magari sincero, ma falso nella sua realizzazione. La regista, Charline Bourgeois-Tacquet, al primo lungometraggio, non è riuscita a dare sostanza e credibilità ai personaggi e alle loro interazioni.           In una prima parte Bourgeois-Tacquet ha cercato nella protagonista (Anaïs Demoustier), Anaïs, la leggerezza. L’inizio da minuetto. Eccola […]

    LEGGI TUTTO
  • “La cinepresa non è una bomba molotov” di Gideon Bachmann

    DEL FOTOGRAFO E REGISTA TEDESCO GIDEON BACHMANN RITROVATO E RESTAURATO IL DOCUMENTARIO “LA CINEPRESA NON E’ UNA BOMBA MOLOTOV” PRESENTATO AL  FESTIVAL “CINEMA RITROVATO” di Mimmo Mastrangelo

    LEGGI TUTTO
  • “Italia e le ceneri” di Céline Gaulleurd e Olivier Bohler

    VOCE NARRANTE DI ISABELLA ROSSELLINI . NELLE SALE ITALIANE DA QUALCHE GIORNO.   di Mimmo Mastrangelo        Il cinema muto in Italia non prosperò solo per i successi all’estero di Quo vadis? (1913) di Enrico Guazzoni e Cabiria (1914) di Giovanni Pastrone, ma fu acclamato in tutto il mondo per i suoi ricercati moduli creativi. […]

    LEGGI TUTTO
  • “Il mio Rembrandt” di Oeke Hoogendijk

    di Mimmo Mastrangelo        Per gli olandesi, giustamente, continua ad essere un monumento nazionale più che vivente perché i suoi quadri fanno parlare gli addetti ai lavori e meravigliano masse di visitatori quando vengono esposti. Ma Rembrandt (Leida 1606- Amsterdam 1669) nella storia dell’arte rimane, innanzitutto, < >, si allontanò dalle convenzioni della sua contemporaneità […]

    LEGGI TUTTO

 

Catherine Spaak: irrequieta, versatile, elegante.

Un’attrice simbolo

Catherine Spaak è stata il volto di una generazione nelle pellicole di Lattualda, Pietrangeli, Salce e Risi.

Donna irrequieta, volitiva, affascinante, elegante, empatica,  che dopo gli esordi da “Lolita” ha saputo gestire il suo appeal al passare del tempo,  spaziando dal cinema alle canzoni alla TV