• “Jean l’etoile filante” di Jean Vigo

    CON IL TITOLO “JEAN L’ETOILE FILANTE” E’ TORNATA NELLE SALE FRANCESI L’INTERA FILMOGRAFIA RESTAURATA DI JEAN VIGO, IL REGISTA CHE CON “ZERO IN CONDOTTA” E “L’ATALANTE” HA PRECORSO LA CINEMATOGRAFIA MODERNA. di Mimmo Mastrangelo            Una cosa è certa: non si è mai fuori tempo ( o demodé) scrivere o parlare di Jean Vigo perché […]

    LEGGI TUTTO
  • “Cent’anni dopo” di Monica Maurer

    di Mimmo Mastrangelo                    “Mi sono convinto che quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all’opera…”. Con questa frase (celebre) di Antonio Gramsci si chiude “Cent’anni dopo” (2021), il docu-film della regista tedesca Monica Maurer che attraversa in poco meno di trenta minuti il settantennio di storia del Partito Comunista Italiano.                  Montato […]

    LEGGI TUTTO
  • “The Kepper” di Marcus H. Rosenarcus

    di Mimmo Mastrangelo            Lui e lei: “No, è uno sport da barbari”. Lui è Bert (impersonato magistralmente da David Kross) e lei, invece, è Margaret (l’attrice e modella Freya Mavor) nel film di Marcus H. Rosenmuller “The Kepper: la leggenda di un portiere” (2019).    Uscita quest’estate su Sky, la pellicola è la storia […]

    LEGGI TUTTO
  • “Il collezionista di carte” di Paul Schrader

    di Gianni Quilici Preambolo: è un film che cresce, perché lentamente si articola e si scioglie.           La storia : lui William Tell, il protagonista, è stato per 10 anni in carcere. Ora gioca a poker passando da un casinò a un altro. In carcere ha assimilato un metodo, che gli consente (spesso) di vincere. […]

    LEGGI TUTTO
  • “Carmine Donnola – The Thrill of a poet” di Marco Schiavone

    di Mimmo Mastrangelo           Anche ne “Il singhiozzo dell’usignolo” (Il Segno-Editore , pag 139, euro 14,00), ultima raccolta di poesie del lucano Carmine Donnola, si fa largo la voce potente dell’ orante tesa a sfidare la vita, ma pure ad accoglierne e ad incensarne le sue parti migliori.           Come nelle precedenti di “Urli e […]

    LEGGI TUTTO
  • “ A pranzo con Orson” conversazioni tra Henry Jaglon e Orson Welles

    di Mimmo Mastrangelo “Soltanto con l’amore e l’amicizia si crea l’illusione di non essere completamenti soli”. E’ la voce di Orson Welles in “Qualcuno da amare” (1987), ultima sua apparizione sullo schermo e dove, sostanzialmente, recita se stesso . Il film venne girato da Henry Jaglom a cui Welles non smise di raccomandare di tenersi […]

    LEGGI TUTTO
  • “Davide” di Fabio Filippini

    DEDICATO AL COMPIANTO CAPITANO DELLA FIORENTINA DAVIDE ASTORI. di Mimmo Mastrangelo                      I tifosi della Fiorentina (e non solo) non hanno dimenticato quel gesto di Vitor Hugo nella partita al “Franchi” con il Benevento dell’11 marzo del 2018, esattamente otto giorni dopo la tragedia di David Astori, trovato senza vita a soli 31 anni nella […]

    LEGGI TUTTO
  • “For Lucio” di Pietro Marcello

    di Mimmo Mastrangelo      Pietro Marcello è uno dei nostri registi più interessanti a cui non si può non riconoscere uno stile personalissimo.     Coi suoi due spiazzanti lungometraggi Bella e perduta (2015) e Martin Eden (2019) si è fatto incensare anche da un pubblico (e da una critica) internazionale, ma non tutti sanno che […]

    LEGGI TUTTO


L’ultimo film di Scorsese,

la malinconia di un testamento

C’è un quarto protagonista che meriterebbe di avere il nome nei titoli, accanto ai bravissimi Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci ed è la Morte.

È lei a riempire di senso The Irishman, è lei ad accompagnare le tre ore e 29 minuti del film (che scorrono in un soffio, credetemi), è lei a trasformare l’ultimo lungometraggio di Martin Scorsese in un film testamento, una summa di tutto quello che ha ossessionato la vita e la carriera del regista.

da “Il corriere della sera”