>Mediterraneo >>Italia >> Lazio R=Relitto A=Affondamento Nome Localit Un nostro conoscente raccontava di aver visto cadere un aereo, durante la Guerra, quand’era ancora ragazzino. Arriviamo sul fondo: sono 58 metri esatti. Il relitto della HMS Victory è stato individuato. Il 23 luglio 1943 la nave, in navigazione al largo di Ventotene (partita da Gaeta, aveva fatto scalo a Santo Stefano e Ventotene per poi proseguire verso Ponza), venne attaccata e mitragliata da aerei, che tuttavia si ritirarono dopo essere stati bersagliati dalle batterie contraeree di Ponza. La produzione si interruppe il 20 settembre 1944: era stato costruito, nei diversi modelli e configurazioni, un totale di 7385 esemplari. Nella sua ultima missione non doveva aver imbarcato alcun carico. I soccorritori recuperarono, dopo oltre quattro ore, solo cinque superstiti, ossia il comandante Simeone (che morì, in seguito alle ferite riportate, il 26 luglio), il mozzo Luigi Ruocco (membro dell’equipaggio), il motorista Francesco Aprea (passeggero), che si era gettato in mare al primo attacco, il carabiniere Vincenzo Moretti, ustionato, ed il fante Fernando Capoccioni, che aveva riportato fratture ad entrambe le gambe. Tesseramento Arbitri Fipav, Beatrice Contessi Età, San Giovanni In Laterano Roma Orari, Re Sole Promozione, Portati Alla Filantropia, San Maurizio Calendario, Il Pilota Di Hiroshima Chords, Posti Più Belli D'italia Al Mare, Preghiera A San Giacomo, " />

relitto aereo ponza

L’isola di Ponza rimase isolata per diversi giorni, e l’affondamento del piroscafo causò seri problemi nell’approvvigionamento di viveri.Circa l’attacco al piroscafo si diffuse anche la leggenda, priva in realtà di fondamento, che gli Alleati avessero ricevuto da una fonte anonima di Ischia l’erronea informazione che Benito Mussolini si sarebbe recato a Ventotene con il Santa Lucia alle dieci del mattino del 24 luglio.Il relittoLa tragedia ebbe un impatto particolarmente pesante sulla popolazione ponzese. La carriera del Douglas A-20, aeroplano d’attacco costruito in diverse configurazioni, e’ stata per molti aspetti molto meno spettacolare di quella di altri velivoli: non fu protagonista di operazioni particolarmente importanti ne’ si distinse in battaglie decisive; fu pero’ un aereo di grande affidamento e soprattutto estremamente versatile, impiegato in operazioni di attacco sia diurno che notturno, equipaggiato per la ricognizione e per la fotorilevazione del territorio nemico, per il bombardamento e per una quantita’, una trentina in tutto, di altri impieghi distinti. Solo quattro corpi poterono essere recuperati, ed uno solo venne identificato (quello del fuochista Ettore Albanelli). 01371870591 - C.F. Uno dei Beaufighter sganciò quindi un terzo siluro, che andò a segno a centro nave, sul lato sinistro, in corrispondenza della sala macchine: spezzato in due dall’esplosione della caldaia (che venne proiettata a mezzo miglio di distanza dalla nave), il Santa Lucia s’inabissò in soli 28 secondi (per altre fonti in poco più di un minuto e mezzo). Nel maggio 1943 il piroscafo venne visitato da addetti del Registro Navale Italiano per il rinnovo della classe. "Ovviamente" commenta il ponzese che li ha condotti con la sua motobarca sullo stesso punto dove mi aveva accompagnato "la tramontana furiosa degli ultimi tre giorni ha mosso e rimosso ancora una volta il fondale. Il recupero del Reggiane RE 2000 nelle acque vicino a Porto Venere - Duration: 2:37. Il Santa Lucia in servizio come nave ospedale.Agli inizi del 1916, nell’ambito della vasta operazione per il salvataggio dell’esercito serbo in ritirata attraverso i porti dell’Albania, la Regia Marina decise di dotarsi di tre ulteriori navi ospedale (oltre alle cinque già in servizio), ed una delle unità requisite allo scopo fu la Santa Lucia, che, con una capienza di appena 100 posti letto (la trasformazione fu compiuta nel luglio 1916), fu adibita a compiti di nave ospedale e nave ambulanza. Per altra versione il piroscafo evitò un primo siluro, che passò a prua, virando tutto a dritta, ma venne colpito dal siluro sganciato da un secondo velivolo. Con un’altra contromanovra il Santa Lucia evitò anche un secondo siluro, sganciato da un altro aereo. Nel corso di questi raid 265 velivoli vennero abbattuti. Il troncone di prua giace capovolto sul fondale, ad una profondità di 39 metri, mentre quello di poppa, fortemente sbandato sul lato sinistro, si trova a 46 metri[12]. Spero che il video vi piaccia. Non c’e’ molto tempo da perdere, quindi: un rapido giro dell’aereo per renderci conto che non e’ molto grande, sara’ lungo una quindicina di metri e con una larghezza alare simile; due eliche e due grandi spazi vuoti nel corpo dell’aereo, a prua e subito dietro le ali: qui c’e’ una mitragliatrice, ancora rotante. Relitto Aereo Turismo - Lago Maggiore Località Gambarogno. Una calda serata di fine luglio, a Roma. Ci vestiamo velocemente e ci buttiamo in acqua. Siamo scesi nel blu totale, convinti di non trovare nulla… e invece ci siamo caduti esattamente sopra!”. Nelle prossime settimane ci immergeremo di nuovo, cercando di chiarire il suo mistero: prenderemo le misure per confrontarle con quelle dell’A-20 riportate dai libri e, se corrisponderanno, cercheremo di localizzare, in base ai disegni, e di scoprire le insegne nazionali. I cinque sopravvissuti, portati a Ventotene, vennero trasferiti nell’ospedale di Napoli. Coupon for Ninebot One Z10 Monociclo Elettrico Equilibrio da Xiaomi Mijia - $1599.99, Porquerolles, l'isola del commissario Maigret, Paul Elvstrøm: ''Sportivo danese del secolo'', Croazia - Nel Paradiso del Parco Nazionale delle Kornati, Le Macchine idrauliche e marittime di Leonardo. Il primo degli aerei ad attaccare compì un ampio giro e mitragliò la nave, che aveva messo le macchine avanti tutta, provocando alcuni danni (quali la distruzione delle vetrate di dritta) e feriti; il comandante Simeone tentò di eludere l’attacco con ripetute accostate, procedendo a zig zag, forse cercando di portare la nave ad arenarsi sulla spiaggia di Parata Grande, ed evitò un primo siluro, sganciato dallo stesso aereo, che aveva anche riaperto il fuoco con le mitragliere. Il DB-7, nelle sue diverse configurazioni, venne utilizzato dalle Aeronautiche militari di tutti i paesi Alleati, per cui si ebbero modelli che volavano sotto bandiera americana, francese, belga, sud africana, russa, olandese; una ventina di aerei furono acquistati persino dai brasiliani. Elenco completo >>Mediterraneo >>Italia >> Lazio R=Relitto A=Affondamento Nome Localit Un nostro conoscente raccontava di aver visto cadere un aereo, durante la Guerra, quand’era ancora ragazzino. Arriviamo sul fondo: sono 58 metri esatti. Il relitto della HMS Victory è stato individuato. Il 23 luglio 1943 la nave, in navigazione al largo di Ventotene (partita da Gaeta, aveva fatto scalo a Santo Stefano e Ventotene per poi proseguire verso Ponza), venne attaccata e mitragliata da aerei, che tuttavia si ritirarono dopo essere stati bersagliati dalle batterie contraeree di Ponza. La produzione si interruppe il 20 settembre 1944: era stato costruito, nei diversi modelli e configurazioni, un totale di 7385 esemplari. Nella sua ultima missione non doveva aver imbarcato alcun carico. I soccorritori recuperarono, dopo oltre quattro ore, solo cinque superstiti, ossia il comandante Simeone (che morì, in seguito alle ferite riportate, il 26 luglio), il mozzo Luigi Ruocco (membro dell’equipaggio), il motorista Francesco Aprea (passeggero), che si era gettato in mare al primo attacco, il carabiniere Vincenzo Moretti, ustionato, ed il fante Fernando Capoccioni, che aveva riportato fratture ad entrambe le gambe.

Tesseramento Arbitri Fipav, Beatrice Contessi Età, San Giovanni In Laterano Roma Orari, Re Sole Promozione, Portati Alla Filantropia, San Maurizio Calendario, Il Pilota Di Hiroshima Chords, Posti Più Belli D'italia Al Mare, Preghiera A San Giacomo,


Lascia un commento