Preghiera A San Giovanni Battista De La Salle, 26 Settembre Onomastico, Baldo Degli Ubaldi Video, Favarone Di Offreduccio, Famiglia Nobile D'agostino, " />

megara iblea pronuncia

alla tarda antichità, in: A.Giardina – A.Schiavone (eds. New discoveries and interpretations. U.FANTASIA, Gli inizi della presenza campana in Sicilia, in: M.A.Vaggioli – C.Michelini (eds. C.BIUCCHI, Il sistema dei tipi monetali “a coppie” dei Bruzi, NAC 4, 1975, 73-81. 1122-1123, rinvia all’idea dell’accettazione, nello specifico di un impegno altrui [pp. G.FREZZA, Le forme federative e la struttura dei rapporti internazionali nell’antico diritto romano, SDHI 4, 1938, 363-428. 123ss. J.R.PATTERSON, Sanniti, Liguri e Romani, Benevento 1988. É.BAUZON, L’enregistrement des Italiens et des Romains de passage au résidents dans les cités grecques IIe – Ier siècles av. Un trofeo in osco da Poggio Cinolfo (AQ), Arctos 40, 2006, 109-130. ), Artigiani e botteghe nell’Italia preromana: studi sulla coroplastica di area etrusco-laziale-campana, Roma 1990, 163-178. 25 indogermanistische Beiträge B.Forssman zum 65. ), Aurum. Observations en marge du ver sacrum de 217 av.J.C., in : M.Humbert -Y.Thomas (eds. 35-36], anzitutto in relazione al noto individualismo delle poleis greche e alla conseguente incertezza dei confronti analogici tra le istituzioni di una colonia magnogreca e della madrepatria; differenze di vario genere, anche in merito allo schema costituzionale di base, si trovano anche tra ogni città della stessa regione [pp. Secondo l’A., dal punto di vista costituzionale il quadro italico si rivela meno dispersivo e frammentario rispetto a quello italiota, oltre ad essere più vicino a quello romano: le resistenze italiche al sistema romano furono più che altro legate alla difesa di interessi economici, mentre c’era da temere molto meno per l’integrità degli assetti costituzionali [pp. F.GALLI, Cambi di tribù per domicilii translationem nelle regioni augustee VI, VII, VIII, QUCC 18, 1974, 133-148. ), Archeologia dell’acqua in Basilicata, Lavello 1999, 25-52. 534-535]. G.CORDIANO, Tra Temesa e Terina, QUCC 81, 2005, 109-131. A.THOMSEN, Hellenistische Städte in Unteritalien, in: A.Matthaei – M.Zimmermann (eds,), Stadtbilder im Hellenismus, Berlin 2009, 380-402. rileva altre caratteristiche delle costituzioni italiche: la supposta doppia assemblea popolare pompeiana (larga e ristretta) sembra analoga ad alcune assemblee italiote [pp. skeru e dintorni (Contributi pompeiani VI), Άλεξάνδρεια – Alessandria 1, 2006, 39-78. U.LAFFI, Sull’esegesi di alcuni passi di Livio relativi ai rapporti tra Roma e gli alleati latini e italici nel primo quarto del II sec.a.C., in: A.Calbi – G.Susini (eds. Fiume e città nella “Geografia” di Strabone, ASCL 74, 2007, 5-29. Le testimonianze greche nel Mediterraneo orientale, Roma 2012. A.PARMA, L’organizzazione del territorio rurale di Nola in età romana, in: G.F.De Simone – R.T.Macfarlane (eds. ), Enotri e Brettii in Magna Grecia. A l. 4 si troverebbe un’anomalia rispetto alla usuale titolatura della colonia augustea, che l’A. J.M.JORQUIERA NIETO, Un primer inventario de las villas romanas del Bruzio: producción de vino y aceite, ASCL 58, 1991, 5-58. 102-109]. E.HERMON, La lex Flaminia de agro Gallico dividundo: modèle de romanisation au III siècle av. 288-292]. G.F.LA TORRE, Ex-voto arcaici da Temesa, in: A.Comella – S.Mele (eds. ), Gender and Ethnicity in Ancient Italy, London 1997, 43-51. A.BUONOPANE, I magistrati della colonia di Grumentum (Italia, regio III): aspetti e problemi, in: S.Segenni – M.Bellomo (eds. Tra analogie e differenze, in: La colonisation grecque en Méditerranée occidentale, Actes de la rencontre scientifique, Rome-Naples, 15-18 novembre 1995, Rome 1999, 281-192. F.DE VISSCHER, La deditio internationale et l’affaire des Fourches Caudines, CRAI 1946, 82-95. M.C.DE ANGELIS, Il bronzo finale in Umbria e Toscana interna, in: Il bronzo finale in Italia, Atti della XXI Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Firenze, 21-23 ottobre 1977, in memoria di F.Rittatore Vonwiller, Firenze 1979, 399-422. 37-39]; egli mette quindi in evidenza la tendenza delle città italiote a conservare il proprio apparato costituzionale rispetto alle nuove forme politiche suggerite da Roma, e d’altro canto la tendenza di quest’ultima ad evitare imposizioni violente e a cercare un adattamento in questo ambito regionale, il che derivava anche dall’influenza tra le due realtà culturali risalente a tempi più antichi [pp. Sorgenti e luoghi del rito nella Basilicata antica, Catalogo della Mostra, Potenza, Museo provinciale, 7 ottobre 2003 – 31 marzo 2004, Lavello 2003. ), Belgica et Italica. E.CECCARONI – A.FAUSTOFERRI – A.PESSINA (eds. 23-25]. D.ADAMESTEANU, La Basilicata antica. L.ROMANO, Ordinamenti oschi e diritto pubblico romano: tresviri capitales nella tavola bantina?, Index 44, 2016, 91-99. L.GIARDINO, La viabilità nel territorio di Grumentum in età repubblicana ed imperiale, in: Studi in onore di Dinu Adamesteanu, Galatina 1983, 195-217. Cato 12, 39-41, Mediterraneo Antico 10.1-2, 2007, 433-445. E.BIANCHI, Il rex sacrorum a Roma e nell’Italia antica, Milano 2010. T.ADAMIK, Temple regulations from Furfo (CIL I2 756), in: H.Solin – M.Leiwo – H.Halla-Aho (eds. P.GROS – M.TORELLI, Storia dell’urbanistica. Nel periodo 12-16 d.C. ca. il passo e il formulario di Sallustio indicherebbero che il tradimento di un soldato di nazionalità latina veniva punito con la decapitazione, mentre per lo stesso reato compiuto da un soldato civis Romanus era prevista la crocifissione (vd.

Preghiera A San Giovanni Battista De La Salle, 26 Settembre Onomastico, Baldo Degli Ubaldi Video, Favarone Di Offreduccio, Famiglia Nobile D'agostino,


Lascia un commento