Santo 16 Agosto, Istituto Comprensivo Santa Croce Verona, Tv Stream Apk, Danilo Sacco Oggi, Altezza Tony Effe, Bombay Gin Prezzo, Armata Brancaleone Sceneggiatura, Liceo Benedetto Croce - Palermo Telefono, Preghiera Per Allontanare Una Rivale In Amore, " />

la notte oscura di san francesco

Immergendola in una profonda e densa tenebra, sconnette e scompone la sua sostanza spirituale, in modo tale che l’anima si sente annientare e struggere alla vista delle sue miserie, come se sperimentasse una dura morte spirituale. Questa è la norma ordinaria dello stato di contemplazione fino a quando l’anima non raggiunge lo stato di quiete; per dirla in una parola, l’anima non è mai nello stesso stato, non fa altro che salire e scendere. Quiete interiore e intuizione 1. regredisca, perché perde progressivamente interesse per ‘le cose celesti’ 2, quanto Dio ama, cioè quanto la vita offre, senza più essere attratto dalle 5. A ciò si aggiunge il ricordo della prosperità passata, perché, di solito, le anime prima di entrare in questa notte hanno ricevuto da Dio molte consolazioni e gli hanno reso molta gloria. Difatti, in mezzo alle aridità e angustie, molte volte, quando meno se l’aspetta, Dio comunica all’anima soavità spirituale, amore purissimo e conoscenze spirituali, a volte molto elevate, ognuna delle quali è più vantaggiosa e preziosa di quelle gustate prima. particolare, e in pace interiore, quiete e riposo” è in pratica quello che Ma proprio perché se ne può parlare, non si tratta di contemplazione pura, perché, come ho detto, essa è ineffabile e per questo si chiama segreta. Perché la Bce ha paura di Facebook (e della Cina), Finanza e cybersecurity, nuove opportunità e vulnerabilità. Per quanto è possibile in questa vita, l’anima consegue la quiete e la pace della sua casa spirituale, in maniera abituale e perfetta, mediante l’azione dei tocchi sostanziali dell’unione or ora descritti. cui l’intelletto e il senso si potrebbero attaccare, Quanto alla facoltà psichica della Rivestita di questa livrea verde, l’anima ha sempre lo sguardo rivolto a Dio; perciò distoglie i suoi occhi da qualsiasi altra cosa e si aggrappa solo a Dio. Ben se ne ricorda e si accascia dentro di me la mia anima (Lam 3,1-20). È la condizione dei perfetti, che già bruciano d’amore soave per Dio. diverse tra loro. 1. All’atto pratico, questo significa che la persona non si Inoltre, per mezzo di questa notte contemplativa l’anima si prepara alla tranquillità e alla pace interiore che è così profonda e piena di delizie che, come afferma la Chiesa, sorpassa ogni intelligenza (Fil 4,7). Ciò nonostante, vi sono alcune persone che mostrano tale pazienza o lentezza nel voler progredire, che Dio non vorrebbe ne avessero proprio tanta! Questi sono, altresì, i suoi tre colori, che costituiscono la migliore disposizione per l’unione dell’anima con Dio nelle sue tre facoltà: intelletto, memoria e volontà. Tale è la sete che Davide provava; dice infatti: L’anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente (Sal 41,3). Mai la storia aveva narrato un fatto simile che ben richiama le parole di San Paolo:”Sono stato crocifisso con Cristo e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me. Di questa sapienza divina il profeta Baruc dice: Nessuno conosce la sua via, nessuno pensa al suo sentiero (Bar 3,31). In realtà, quando questa contemplazione purificatrice prende il sopravvento, l’anima sente molto vivamente l’ombra e i gemiti della morte nonché i tormenti dell’inferno. In tal modo, per mezzo della teologia mistica e di quest’amore segreto, l’anima si eleva al di sopra di tutte le cose create e di se stessa e ascende a Dio. virtuale fine del misticismo cristiano, che solo di recente accenna ad una Questo significa dunque che vi è un lungo periodo di egli la segue a Valladolid dove assiste alla fondazione delle Carmelitane Scalze Si commenta il verso: Nella gioiosa notte. Ne segue che costoro non riescono a staccarsi mai completamente dalle considerazioni e dai ragionamenti; riescono, come ho detto, a farlo solo per qualche tempo e di tanto in tanto. I proficienti cadono in due tipi di imperfezioni, alcune abituali, altre attuali. In verità, in un certo senso, è proprio così; difatti l’operazione che si compie, essendo del tutto spirituale, non ha alcun rapporto con la parte sensitiva. È vero che in alcuni principianti non si verifica una notte continua al punto tale d’impedire loro di gustare talvolta qualche dolcezza o consolazione sensibile. Sarà piacevole e molto consolante, per chi cammina su questa strada, constatare che ciò che sembrava all’anima così duro, amaro e contrario ai suoi gusti spirituali, sia divenuto la sorgente di tanti beni. 3. Sii buono con me e gentile. Essa è quella porpora, di cui parla il Cantico (3,10), sulla quale il Signore si adagia quando scende nell’anima. Questo spiega perché, quando Dio immette nell’anima non ancora trasformata qualche raggio splendente della sua sapienza segreta, produce nell’intelletto dense tenebre. Infatti Dio ordinariamente comunica la sua volontà per mezzo degli angeli. Così, quanto più le comunicazioni sono spirituali, interiori e lontane dai sensi, tanto meno il demonio può comprenderle. E poiché non vuole gustare né intendere nulla in particolare, rimanendo nel suo vuoto e nella sua tenebra, possiede una grande disposizione a penetrare tutto, così che si verifica in lui quanto afferma san Paolo: Nihil habentes et omnia possidentes: Gente che non ha nulla, mentre possediamo tutto (2Cor 6,10). 4. Quaggiù sulla terra si spoglia di tutti i vestiti e le livree del mondo, non riponendo il suo cuore in nulla, né si aspetta niente da quello che c’è o ci sarà sulla terra; vive rivestita solo della speranza della vita eterna. Ma ora comprendiamo… che quelle cose non avevano grande importanza. Poiché abitualmente questi favori si manifestano sotto qualche forma sensibile, se ne può parlare solo ricorrendo a questa forma sensibile o a qualcosa di simile. E continua Certamente egli non potrà raggiungere questi nuovi paesi né sapere più di quanto sapeva prima, se non affronta strade a lui ignote, dopo aver lasciato quelle note. A proposito delle quali, l’autore non tralascia L’anima è come il legno che non può incendiarsi immediatamente, senza essere prima trasformato e predisposto; per questo motivo soffre tantissimo.

Santo 16 Agosto, Istituto Comprensivo Santa Croce Verona, Tv Stream Apk, Danilo Sacco Oggi, Altezza Tony Effe, Bombay Gin Prezzo, Armata Brancaleone Sceneggiatura, Liceo Benedetto Croce - Palermo Telefono, Preghiera Per Allontanare Una Rivale In Amore,


Lascia un commento